• Penso quindi che la sfida della scuola debba essere quella di ridurre un po' i ritmi. Tutto va troppo veloce fuori e dentro. E' una questione di tempo: tutto deve essere vissuto in modo molto più lento. Le richieste e la pressione da parte della scuola e delle famiglie sono diventate troppo forti.