fbpx

Writing and Reading Workshop sulla violenza di genere. Il diario di Lilith

Caricamento Eventi

La lettura non “serve” a niente. Non deve servire a niente. La lettura insegna il pensiero, l’empatia e lo stare con gli altri. L’incontro verterà sullo smontaggio degli stereotipi prima sulla lettura e poi sulla donna, in special modo la donna migrante. La parola “coraggio”, per esempio, è una parola abusata e inutile: Lilith (necessario pseudonimo dell’autrice del diario migrante “Le femmine e i cani non possono entrare”, testo edito da Terre di mezzo sul quale lavoreremo) non racconta per coraggio e non è stata – sebbene lo sia – coraggiosa. Racconta per dignità, quella che compete e dovrebbe essere garantita ad ogni essere umano. Il laboratorio quindi cercherà, con gli strumenti del Writing and Reading Workshop, di trovare un modo di leggere che scenda in profondità per fare del libro una narrazione da ascoltare e su cui meditare, non uno dei tanti “progetti” scolastici. I libri “veri” sono quelli che interrogano e pongono domande. Mettono in relazione con l’altro o con un altrove sconosciuto. Spostano il lettore, costringendolo a pensare e a prendere posizione. Ed è proprio così che si fa educazione civica per crescere cittadini e individui responsabili.

Il workshop sarà condotto da Sabina Minuto: docente dal 1988, ha lavorato per anni nella scuola di primo grado. Oggi insegna in un Istituto Professionale a Savona. Studia ed applica la metodologia del Writing and Reading Workshop nelle sue classi. Si occupa di corsi di formazione per docenti da alcuni anni per scuole, enti, case editrici. Ha scritto e pubblicato testi per Pearson e Loescher.

Condividi questo evento:

Torna in cima