fbpx

Orientamenti interculturali: a che punto siamo?

Caricamento Eventi

Un’occasione per riflettere insieme a chi, tutti i giorni, vive l’educazione su quell’orizzonte di senso e speranza chiamato “intercultura”. A partire dal documento ministeriale “Linee guida per le scuole. Orientamenti interculturali” ci chiederemo: quali parole si usano oggi per parlare di intercultura nei media, nella scuola e nelle nostre classi? Perché quando ci riferiamo a persone con background migratorio usiamo un linguaggio che vede spesso questi soggetti rappresentati come fragili e vulnerabili? Queste e altre domande ci guideranno nel formulare una riflessione cooperativa sul linguaggio utilizzato per parlare dei processi interculturali, perché solo con una attenta consapevolezza è possibile agire un lavoro intenzionalmente interculturale, a scuola.

Il workshop sarà condotto da Diana Cesarin, Vinicio Ongini e Francesco Maria Salimbeni.
Diana Cesarin è una maestra del Movimento di Cooperazione Educativa in pensione. Da molti anni si occupa della prospettiva interculturale a scuola e nei servizi socio-educativi attraverso attività di ricerca-azione e formazione.
Vinicio Ongini ha insegnato per vent’anni nella scuola primaria, poi ha lavorato come esperto sui temi dell’integrazione e dell’intercultura al Ministero dell’istruzione. Su questi temi è autore di saggi e libri per bambini.
Francesco Maria Salimbeni, maestro MCE in formazione, membro della redazione di Cooperazione Educativa, è educatore di comunità attento alle lotte dell’educazione popolare in prospettiva interculturale, ecologica e di genere.

Saluto introduttivo di Renato Cazzaniga, dirigente CPIA Fabrizio de Andrè di Lecco, coordinatore rete CPIA Lombardia.

Condividi questo evento:

Torna in cima