fbpx

L’educazione inclusiva secondo i Disability Studies

Caricamento Eventi

Scopo dell’incontro sarà esplorare insieme le sfide e le opportunità che l’Italia deve cogliere per sviluppare una scuola non soltanto integrativa, ma realmente inclusiva. Dopo aver esplorato il concetto di inclusione intesa come processo di cambiamento, arriveremo a conoscere la nuova prospettiva dei Disability Studies, un ambito di studio e di analisi che si allontana dalla pedagogia speciale e che può condurre alla realizzazione di processi scolastici inclusivi. Comprenderemo come attivare questa dinamica attraverso la rimozione di forme di discriminazione istituzionalizzata e come dare quindi sostegno a strategie di partecipazione attiva e di trasformazione culturale.

Relatrici: Giulia Guglielmini e Simona D’Alessio.

Giulia Guglielmini, pedagogista, ha ricevuto l’onorificenza di “Chevalier de l’Ordre des Palmes academiques” su iniziativa del Ministero dell’educazione nazionale francese Da molti anni si occupa di apprendimento, metodologie di insegnamento, valutazione, didattica orientativa, governance e innovazione di scuole ad alta complessità e ha partecipato a numerosi gruppi di lavoro presso il Ministero della Pubblica Istruzione. Attualmente presiede il Consiglio di amministrazione della Fondazione per la Scuola della Compagnia di San Paolo e quello del Consorzio «Xchè».
Simona D’Alessio, Dirigente di un istituto comprensivo della periferia romana, esperta di politiche educative e di didattica inclusiva, ha ottenuto un dottorato di ricerca in educazione inclusiva e Disability Studies presso l’Università di Londra. In Italia ha fondato il Gruppo di Ricerca per l’Inclusione e i Disability Studies (GRIDS) ed è direttore della collana Erickson per i Disability Studies.

Per avere un assaggio del tema leggi l’intervista a Simona D’Alessio che spiega cosa significa operare a scuola con l’approccio dei Disability Studies.

Condividi questo evento:

Torna in cima