fbpx

MILANO

23-25 Marzo 2018
Fieramilanocity

Costruiamo la scuola di domani
Sabato 24/3

17:00-18:30

Spazio Comune di Milano

Le sfide della scuola per le competenze di cittadinanza: dalla valutazione/auto-valutazione alle didattiche inclusive d’aula


L’alto tasso di “mortalità scolastica” e di selezione che caratterizza il nostro Paese ci deve indurre in tentazione circa la necessità di innovare profondamente le nostre pratiche didattiche. Credo tuttavia opportuno che, prima di tutto, ognuno di noi/ insegnanti sia consapevole di alcuni riferimenti etici senza i quali le riflessioni e le considerazioni circa la cittadinanza, la valutazione e la didattica per competenze rischierebbero solo di alimentare insoddisfazione e frustrazione. Occorre infatti riconoscere che:
la Scuola-Istituzione è più della somma degli individui che vi operano ai vari livelli, tanto che.. la “musica” che ne esce è più della somma delle singole prestazioni (in termini di didattiche disciplinari) integrandole a produrre armonie, risonanze e sintonie che qualsiasi solista non potrebbe mai ottenere;
gli allievi si attendono che la Scuola offra loro la “musica del mondo”, fatta di canto-contro-canto, multiversi sonori, ritmi, colori, toni e armonie;
è bene che l’orchestra-scuola si giovi di solisti creativi e di valore, tuttavia anche qui la valutazione sta nel “dare e ricevere valore” e cioè, alla luce della cittadinanza, nel collaborare al successo collettivo (l’unico che può che inverare quello individuale).
da qui la necessità di illustrare e promuovere strumenti (indici/indicatori) e metodi d’aula intersoggettivi e validati che permettano di condividere una idea di valutazione della competenza centrata sull’allievo e sul concetto formativo di “cittadinanza” già a partire dagli ambiti disciplinari. verrà proposta una “nuova cultura della valutazione“ (inclusiva proprio perché in grado di “dare e ricevere valore”) che, pur avvalendosi di una rilevazione indiziaria, arriva a integrare indici e livelli per ottenere i cosiddetti “profili di competenza” intersoggettivi e riferiti ai traguardi di competenza fissati dal miur.

Entro questo quadro di riferimento verranno poi illustrate alcune pratiche virtuose e già validate dalla sperimentazione che, alla luce di morfologie condivise, permettono di costruire “compiti autentici di realtà” formativi, adattabili a tutte le discipline, spendibili nel breve tempo della didattica quotidiana e votati a “spostare” l’allievo dall’apprendimento primario (contesto del primo approccio scolastico) a quello secondario (contesto di riflessione e rielaborazione legato alle sfide della realtà quotidiana e prossimale). e’ facile da qui costruire poi la comparazione dialogata tra la valutazione dell’insegnante e l’auto-valutazione dell’allievo quale contributo indispensabile all’inclusione e alla cittadinanza consapevole dell’allievo.



Modulo di iscrizione

https://www.sfide-lascuoladitutti.it/wp-content/uploads/2017/12/Tiziano-Pera-1.jpg

Tiziano

Pera

Formatore Giunti Scuola.
Insignito dalla Societa’ Italiana per il Progresso delle Scienze, è stato consulente MIUR (Commissione Brocca e CS del Piano ISS), responsabile per i corsi dell’Università di Torino nel
VCO e membro del CS dell’USR Piemonte per il Piano CompetenzISS.
Già professore a contratto presso le Università di Milano e Torino, ha insegnato nella scuola
collaborando con Enti di prestigio (ISFOL, CEDE, CISEM, DDSCI, INDIRE, LUDEA, CEMEA,
Clio’92) occupandosi di pedagogie innovative, didattiche e valutazione/auto-valutazione per la competenza.
Autore di libri e articoli, ha presieduto l’Associazione “Il Baobab” e fa parte del CS di
Giunti Scuola e del GRDS dell’Università di Torino. Coordina diversi gruppi di ricerca che operano
nell’ambito della “didattica per competenze” a tutti i livelli di scolarità.