fbpx

MILANO

23-25 Marzo 2018
Fieramilanocity

Costruiamo la scuola di domani
Sabato 24/3

15:00

Aula Verde

Il potere cognitivo della scrittura a mano


  • Perché imparare a scrivere a mano oggi: la scrittura a mano come alto esempio di
    “embodied learning”.
  • Come insegnare a scrivere a mano per prevenire le difficoltà: dalla letteratura
    scientifica alla pratica.
  • Scelte da compiere; quali metodi, quali strumenti e materiali, quali tempi, quale scrittura: a ciascuno il suo per una didattica inclusiva.


Oggi si è portati a credere che la scrittura a mano sia una competenza superata, un
investimento inutile, insomma una perdita di tempo. Eppure essa costituisce un
anello di congiunzione fondamentale nel complesso processo neuropsicologico
dell’alfabetizzazione.
Lo scopo di questo intervento è, in primis, quello di riflettere sulla scrittura a
mano come alto esempio di apprendimento attraverso un sistema integrato che
comprende la mano, l’occhio e il linguaggio per una rappresentazione interna
profonda della letto-scrittura.
La scrittura mano però può essere fonte di difficoltà se appresa in modo scorretto
o superficiale. Ecco allora che come insegnanti occorre essere consapevoli delle
scelte da compiere rispetto a: metodi, materiali, strumenti, tempi e tipi di scrittura
da proporre. Condividere alcune considerazioni su questi argomenti sarà l’altro
obbiettivo di questo incontro.



Modulo di iscrizione

https://www.sfide-lascuoladitutti.it/wp-content/uploads/2017/11/Laura-Bravar.jpg

Laura

Bravar

Ha lavorato dal 1977 al 2017 presso la SCO di Neuropsichiatria Infantile e Neurologia Pediatrica dell’IRCCS «Burlo Garofolo» di Trieste in qualità di testista collaborando nella diagnosi e riabilitazione dei disturbi dell’apprendimento. Svolge attività di formazione sui disturbi grafo-motori della scrittura. È membro della National Handwriting Association (www.
nationalhandwritingassociation.uk), è autrice di varie pubblicazioni sui DSA e coautrice dei volumi Il corsivo dalla A alla Z , Test DGM-P, Le difficoltà grafo-motorie nella scrittura (Erickson, 2004; 2012; 2014).