fbpx

Viste Navigazione

Evento Viste Navigazione

Oggi

Alternanza scuola/lavoro: metodologie educative possibili

L’Alternanza Scuola Lavoro può essere una significativa esperienza di formazione e assolvere a una importante funzione orientativa. Il Comune di Milano, nell’ambito del processo di riorganizzazione interno, sta attuando un percorso di profonda revisione dell’attività di Alternanza Scuola Lavoro svolta presso i propri uffici valorizzando le risorse che possono offrire quale luogo di apprendimento complementare rispetto all’aula scolastica. La connessione tra momento formativo e operativo e lo scambio diretto di esperienze può essere quindi un utile risorsa di educazione non formale che l’amministrazione comunale può mettere a disposizione delle scuole. In un’ottica di imparare facendo viene attivato un percorso presso gli [...]

Fare progettazione didattica, promuovere processi di scoperta e comprensione profonda

L’esperienza in ambito pedagogico e didattico a contatto con la scuola e gli insegnanti indica con forza come non si possano più ignorare le domande di ripensamento dell'attuale, perché la scuola possa continuare a rispondere al suo mandato formativo e trasformativo dell'esistente. Il progetto basato sul manifesto “Una scuola” sperimenta una didattica oltre lo spazio aula, il gruppo classe, la strutturazione per materie e la valutazione per voti. Con Aurora Mangiarotti

Edilizia scolastica e sicurezza e altre sfide…

L’ intervento svilupperà tre temi fondamentali per il presente e il futuro dell’edilizia scolastica in Italia, che coinvolgono Istituzioni statali e regionali, gli Enti locali e tutti coloro che ruotano attorno al mondo della scuola. Finanziamenti. Tra il 2014 e il 2017 lo Stato ha investito sull’edilizia scolastica più che nei precedenti 20 anni (oltre 10 miliardi di euro) di cui oltre la metà già distribuiti agli enti locali, su scuole già individuate. Si tratta di stanziamenti molteplici e distinti per le diverse necessità: dallo “sblocco del patto di stabilità” ai fondi rotativi, ai finanziamenti a fondo perduto. La priorità, per [...]

Creo io il mio videogioco! 1 classe

Coder Kids propone un laboratorio di coding con Scratch 2.0 per i ragazzi della primaria di I grado. Un primo approccio per scoprire che quello che serve per programmare è creatività, logica e tanta fantasia. Verranno introdotti i primi concetti di programmazione facendo in modo che, in un ambiente logico matematico, i ragazzi possano dare libero spazio alla creatività Progetteremo e programmeremo insieme un divertente videogioco. Con CODERKIDS

3D printing Lab 1 classe

Wemake propone un’esperienza laboratoriale che si basa su teorie costruttiviste dell’apprendimento: learning by doing. La proposta didattica conferisce la possibilità a studenti e studentesse di capire cosa significa progettare e toccare con mano i risultati. Il confine tra reale e virtuale è oggi un elemento di ricerca per psicologi, sociologi e pedagogisti. Progettare in digitale un oggetto e produrlo realmente consente ai bambini e alle bambine di attraversare un confine, che ha un forte valore simbolico. L’angolo 3d proporrà la stampa di un oggetto, dalla sua progettazione all’attivazione del processo di stampa. Con WEMAKE

Realtà virtuale nella didattica con Google Expeditions 3 classi

Un viaggio che inizia con l'invio della prima email tanti anni fa, passa per le macchine che si guidano da sole di oggi e l'intelligenza artificiale di domani, per capire come il digitale può aiutare a crescere chi sta iniziando a diventare adulto, individualmente e collettivamente. Se la tecnologia ti è sempre rimasta un po' oscura, ti assicuro che non ci saranno termini tecnici e parole incomprensibili. Se la tecnologia ti appassiona, non perderti cosa ci aspetta di ancora più interessante nei prossimi anni. Con Relatori vari

Selfie, immagini e social network 1 classe

Wemake propone un’esperienza laboratoriale legata alla rappresentazione della propria immagine e della propria identità in rete. Ragazze e ragazze seguiranno un percorso legato alla consapevolezza e alla responsabilità dell’esposizione in rete e in chat senza demonizzare le tecnologie e sviluppando problem-solving, team working, project planning e social media. Con WEMAKE

Realtà aumentata per la didattica

Un workshop per scoprire che la realtà aumentata è davvero alla portata di qualsiasi nostro progetto didattico. Impareremo ad utilizzare tecnologie semplici e gratuite per creare contenuti multimediali con cui arricchire il patrimonio informativo di oggetti, superfici, libri. Contenuti che appariranno sugli oggetti stessi quando verranno inquadrati attraverso la telecamera dei nostri smarphone. Uno strumento per arricchire e personalizzare i nostri percorsi didattici attraverso una tecnologia invitante per i nostri studenti e adatta a fornire contenuti digitali contestuali e on-demand. Con Domenico Morreale

Progettare scuole insieme: tra pedagogia architettura e design

Il workshop parte dalla mostra-laboratorio in corso al Forte di Fortezza in Alto Adige concepita per guidare i visitatori in un percorso esperienziale alla ricerca di nuove idee per la scuola e delle migliori proposte per trasformare idee e visioni in spazi concreti (https://pad.events.unibz.it/it/home-it/).Progettare una scuola è molto di più che pianificare la costruzione di un edificio. Significa immaginare un luogo d’incontro e di scambio con e per le generazioni che verranno, chiama in causa il ruolo che questa giocherà nella vita delle persone, coinvolgendo insieme alle riflessioni pedagogico-didattiche pensieri sugli spazi e sugli arredi in modo che questi possano assumere [...]

Comunicare inclusivo si può

Indicazioni minime per provare a migliorare la comunicazione web: testi, immagini, parole, video pensati e realizzati per essere intesi e pronti al riuso. Senza barriere all'accesso e in modo semplice. Nel corso dell'intervento: - comunicare inclusivo, comunicare per tutti - alcuni consigli pratici per scrivere documenti accessibili e facili da consultare - da Libreoffice ai pdf accessibili - riferimenti sull'accessibilità dei testi e dei media - Inclusione come diffusione libera di contenuti ed esperienze tra licenze, diritto d'autore e riuso - un esempio collaborativo: sottotitolare con Amara - un ambiente inclusivo, open e interattivo per arricchire i contenuti didattici: h5p Con [...]

Giocare a pensare. Metodi e tecnologie per l’uso educativo e didattico dei robot

Gli odierni robot progettati per uso didattico si prestano a essere utilizzati come materiali per mediare l'apprendimento di conoscenze e abilità di vario genere, tra cui quelle, trasversali alle varie discipline, legate al ragionamento deduttivo e induttivo, all'osservazione e alla modellizzazione della realtà, alla formulazione di ipotesi teoriche, alla conduzione di esperimenti. La letteratura di ricerca internazionale ha evidenziato il fatto che per il verificarsi di apprendimenti di questo tipo sono necessarie sia un'accurata progettazione didattica sia un'accorta conduzione da parte degli adulti (insegnanti, educatori, operatori socio-educativi) coinvolti nelle attività. Il Laboratorio di Robotica per le Scienze Cognitive e Sociali del [...]

Dalla biblioteca modello ad un modello di biblioteca: da Osvaldo a Bibloh!

Dalla biblioteca (scolastica, territoriale) modello (la chiameremo Osvaldo), al modello di biblioteca (scolastica, territoriale,  digitale) sostenibile (Bibloh!). La biblioteca "Osvaldo" nasce nell'anno 2000, è colorata, affrescata, luminosa, 450 mq, aperta al pubblico esterno 18 ore/settimana, aperta a tutti gli alunni dell'istituto (36 ore/sett), secondo le regole di Pennac, 12.000 prestiti/anno in un paese di 5.000 abitanti e 600 studenti, fa numeri di acquisto e prestito di tipo finlandese ed è gestita da personale della scuola. Osvaldo diventerà il modello dell'azione #24 del PNSD. Ma "Osvaldo" non è riproducibile, non è duplicabile, non è fotocopiabile e non è ciclostilabile. Dal background di [...]

Il Bilancio Partecipativo come strumento per coinvolgere le comunità didattiche

L’intervento si focalizza sul Bilancio Partecipativo come strumento per attivare e coinvolgere le comunità scolastiche nella progettazione e gestione di iniziative condivise per il proprio istituto e, più in generale, per il territorio. Attraverso un gioco di ruolo e con il supporto di una piattaforma digitale sviluppata ad hoc per gestire percorsi di partecipazione, verrà simulato un processo di Bilancio Partecipativo (BP) all’interno di una scuola, con la finalità di far riflettere i partecipanti sulle dinamiche partecipative che questo strumento può attivare nelle comunità didattiche. Il gioco si basa su esperienze di BP reali combinate con elementi di gamification e ha [...]

Come gestire il copyright nella didattica

La rivoluzione digitale ha portato l'attività didattica a essere necessariamente più creativa e ha reso ingredienti stratetici la realizzazione di risorse educative, la loro pubblicazione online nonché la rielaborazione di quelle pre-esistenti. E questo è anche un chiaro obbiettivo del Piano Nazionale Scuola Digitale. Ne consegue che docenti e formatori, ma in realtà anche dirigenti e tecnici, si trovano a dover gestire problematiche di diritto d'autore che fino a qualche anno fa non avevano mai incontrato. Un'infarinatura sui principi giuridici di base diventa quindi requisito fondamentale. Con Simone Aliprandi

La stampa 3D per una scuola che affronti le sfide del futuro

Grazie all’’introduzione di una stampante 3D a scuola gli studenti acquisiscono conoscenze, capacità operative e strumentali nell’uso dei programmi di disegno 3D e delle procedure di stampa. Inoltre la stampa 3D può diventare gioco, creatività, ricerca e azione, attività che  consentono di sviluppare competenze chiave come imparare ad imparare, e spirito di iniziativa e di imprenditorialità. Lo sviluppo di queste competenze avviene così con metodologie didattiche innovative : problem solving, pensiero laterale, lavoro di gruppo e peer tutoring. Con Claudio Gasparini

Tra dentro e fuori: per una scuola aperta al mondo

All’aperto, in natura o più genericamente nel mondo, i bambini trovano un contesto naturalmente provocante, nel quale incontrano facilmente elementi o fenomeni che interessano la loro curiosità, e si trovano quindi spontaneamente nella condizione di attivare e coltivare le proprie strategie di ricerca. Una conversazione tra teorie e pratiche per pensare ad una scuola che sa dialogare con il mondo. Con Monica Guerra

Leadership Creativa: guidare con passione

"La leadership è un processo che le persone comuni utilizzano quando tirano fuori il meglio da sé e dagli altri. Abbiamo scoperto che le persone sono in grado di fare cose straordinarie, quando liberano il proprio leader interiore” (Jim Kouzes e Barry Posner).La leadership “non è una gara di velocità, ma una maratona” come ammonisce Jo Owen, è fondamentale, quindi, essere tenaci, dosare bene le forze e avere chiaro il traguardo da raggiungere. Questo workshop ha l’obiettivo di aiutare i Dirigenti Scolastici a comprendere gli elementi chiave della “leadership  sostanziale”, necessaria per guidare, con efficacia, i propri collaboratori. Scopriremo come sviluppare [...]

Universal design nella didattica

Spazi, beni e servizi possono presentare barriere all'accesso per persone che non rientrano in "casistiche standard", ovvero per tutti coloro che non sono gli "utenti medi". Questo perché è più semplice e più intuitivo progettare in base a un'idea di utente, piuttosto che considerare le necessità specifiche di qualcuno. Già negli anni '70 Ronald Mace, un architetto con una grave disabilità motoria, ha sfidato questa visione proponendo un paradigma di progettazione basato proprio sull'attenzione alle differenze: progettare per i casi limite, per chi è in maggiore difficoltà, significa risparmiare tempo e risorse che altrimenti andrebbero dedicate agli adattamenti ex post. Fornire [...]

Educare al futuro

Educare al futuro significa saper entrare in conflitto e avere il coraggio di lasciare che il mondo irrompa nella realtà degli adolescenti. Aiutandoli a dotarsi degli strumenti per affrontare delusioni e frustrazioni. Per insegnar loro a prendere coscienza dei propri limiti e potenzialità. Vuol dire soprattutto avere il coraggio di lasciarli liberi davanti a un mare di possibilità e costruirsi un’identità. Un incontro per confrontarsi sui bisogni degli adolescenti e sulle difficoltà e responsabilità degli adulti, insegnanti, educatori e genitori, che ogni giorno li incontrano e sono in relazione con loro, dovendo fornire risposte al loro bisogno di avere nuove prospettive [...]

Software libero per l’inclusione

Il software libero offre numerose possibilità di inclusione in molti ambiti. A scuola da diversi anni questa opportunità è colta dalla distribuzione So.Di.Linux (Software Didattico Linux), un sistema operativo completo elaborato dal CNR di Genova e da Francesco Fusillo e Maurizio Marangoni, insegnanti di Verona, che comprende molti software utili per la didattica speciale. Verranno illustrati diversi possibilità di utilizzo, in particolare verrà presentato Araword, dedicato alla CAA (Comunicazione Aumentativa Alternativa), LiibreOffice Draw e alcune soluzioni per le mappe mentali e concettuali. Con Paolo Mauri

Una scuola: un progetto di innovazione scolastica alla primaria

L’esperienza in ambito pedagogico e didattico a contatto con la scuola e gli insegnanti indica con forza come non si possano più ignorare le domande di ripensamento dell'attuale, perché la scuola possa continuare a rispondere al suo mandato formativo e trasformativo dell'esistente. Il progetto basato sul manifesto “Una scuola” sperimenta una didattica oltre lo spazio aula, il gruppo classe, la strutturazione per materie e la valutazione per voti. Con Francesca Antonacci e Monica Guerra

La didattica dei personaggi ponte. Il giro del mondo in 80 cappelli

I personaggi ponte sono figure, oggetti, trame e luoghi narrativi che sono comuni a Paesi di culture, lingue, religioni diverse. Un minimo comun denominatore narrativo, un immaginario fantastico in comune.  Un nucleo di temi, motivi, intrecci che uniscono le diversità, che fanno da evidenziatore, da legame tra elementi culturali diversi, tra regioni del nostro paese e tra paesi lontani. E ci fanno intravedere un tessuto  comune. È una pista di lettura già intrapresa da scuole, biblioteche, centri culturali, associazioni. Un suggerimento per entrare e lavorare in contesti multiculturali con l’aiuto di speciali “mediatori”. Anche i “copricapi” sono elementi comuni, evidenziatori di [...]

Pensare in rete: esempi virtuosi di reti di scopo

Uno strumento chiave per affrontare e superare le difficoltà delle scuole sono le reti di scopo. Non pensate solo per attingere a finanziamenti ma per condividere risorse e strategie per affrontare problemi e cogliere opportunità. Partendo dal quadro che emerge dal RAV, il Dirigente Scolastico e il suo staff sono chiamati a disegnare un nuovo "orizzonte degli eventi" per le loro scuole. In questo contesto le reti di scopo possono davvero avere un ruolo strategico. Verranno presentati alcuni esempi virtuosi di reti di scopoz. Con Alberto Panzarasa

Progettare per i bandi e per la realizzazione di azioni legati al territorio

La programmazione 2014-2020 del Programma Operativo Nazionale ha esteso alle scuole di tutte le regioni l’opportunità di confrontarsi con la progettazione di attività formative o di nuovi ambienti di apprendimento finanziabili con fondi europei. Le scuole sono chiamate ad organizzarsi al proprio interno e a intessere forti rapporti con altri attori per poter rispondere a questa nuova sfida.

Le sfide della scuola per la società del prossimo futuro

Tavola rotonda con la partecipazione di: Rosa De Pasquale , Capo Dipartimento M.I.U.R. Anna Scavuzzo , Vicesindaco e Assessore all’educazione e istruzione del Comune di Milano Delia Campanelli , Direttore generale Ufficio Scolastico Regionale della Lombardia Elisabetta Nigris , Presidente del Corso di Laurea in Scienze della formazione primaria Università Bicocca moderano: Federico Taddia , Radio 24 e Marzio Rivera , Dirigente scolastico La tavola rotonda, che apre “SFIDE-La scuola di tutti,” vuole delineare alcune sfide che la scuola di oggi deve affrontare per costruire la società di domani. Questi i temi: ● Inclusione e dispersione scolastica ○ Quali politiche scolastiche [...]

La Scuola internazionale ed il rapporto con le imprese

L’incontro, dal titolo LA SCUOLA INTERNAZIONALE ED IL RAPPORTO CON LE IMPRESE, mette a confronto alcune tra le personalità e le realtà più influenti nella realtà educativa internazionale. L’incontro vuole offrire una chiave di lettura alla risposta alla domanda: “i modelli didattici internazionali, se adottati bene dalle realtà scolastiche italiane, offrono del capitale umano di enorme valore alle imprese?”. La risposta la vogliamo cercare insieme ai relatori che rappresentano tutti gli attori del mondo della Scuola: il Professore, il Dirigente, il Ricercatore e le Aziende.

Torna in cima