fbpx

MILANO

23-25 Marzo 2018
Fieramilanocity

Costruiamo la scuola di domani
Venerdì 23/3

10:00 – 10:45
10:45 – 11:30
11:30 – 12:15
12:15 – 13:00
13:00 – 13:45
14:00 – 14:45
15:00 – 15:45

Digital diorama


Progetto Digital Diorama. Diorami digitali per la LIM (Lavagna Interattiva Multimediale).
Fruizione innovativa di diorami dei Musei di Storia Naturale mediante rappresentazioni digitali esportabili nelle scuole e in postazioni multimediali offerte al pubblico.

Con il progetto Digital Diorama si intende diffondere la conoscenza dei diorami che si trovano nel Musei di Storia Naturale: essi sono, oltre che vere e proprie opere d’arte, rappresentazioni di ambienti naturali che non tutti conoscono.
Gli obiettivi del progetto:
Posizionare in un contesto ambientale gli elementi della vita e le relazioni ecologiche
Collegare importanti aspetti ecologici con la vita di tutti i giorni.
Confrontare gli ecosistemi locali con quelli di altre parti del mondo.
Avvicinare i cittadini alla conoscenza di aspetti, spesso trascurati in Italia, peculiari dei Musei di Storia Naturale. (evoluzione, il ciclo di vita di alcuni animali, il pianeta terra e le città del mondo, ecc.).
Avvicinare in modo profondo gli utenti ad ambienti naturali lontani per favorire il percepirsi “cittadini del mondo”, insieme con la consapevolezza che ambienti lontani costituiscono fonti di risorse (servizi ecosistemici) da noi quotidianamente utilizzate.
Digital Diorama consiste in un’interfaccia interattiva multimediale realizzata da fotografie dei diorami di Musei di Storia Naturale italiani; si basa su una metodologia che porta a realizzare una didattica reticolare/integrata, sfruttando le tecnologie multimediali.



Modulo di iscrizione

https://www.sfide-lascuoladitutti.it/wp-content/uploads/2018/03/agambi-ritagliata.jpg

Annastella

Gambini

Laureata in biologia si occupa da parecchi anni di educazione scientifica; è professore associato presso l’Università di Milano-Bicocca. Sta progettando e realizzando ambienti di apprendimento (anche in forma digitale) per lo studio della biologia con particolare riferimento all’educazione ambientale e all’educazione alla sostenibilità. È stata responsabile scientifico del progetto “Digital Diorama” (finanziato dal MIUR) in cui per la prima volta è stato messo in atto un insegnamento/apprendimento di tipo reticolare.