• 25 Mar 2018 0:00

    Nel giro di pochi anni il panorama nazionale e internazionale, caratterizzato da un rapido incremento nell’utilizzo delle nuove tecnologie, ha visto la nascita, la diffusione e la crescita degli episodi di cyberbullismo. Questo workshop si pone l’obiettivo di sviluppare nei partecipanti l’abilità a riconoscere quando si può e si deve parlare di cyberbullismo. Si tenterà, quindi, di definire la natura del cyberbullismo attraverso la comprensione del contesto in cui si manifesta e alla luce delle caratteristiche che lo differenziano e lo accomunano al bullismo faccia a faccia. Verranno messi in evidenza i ruoli di partecipazione a tale fenomeno mostrando come, di […]

  • 25 Mar 2018 0:00

    I territori delle periferie urbane sono stati caratterizzati negli ultimi anni da due fenomeni: l’aumento della presenza etnica e  la radicalizzazione delle situazioni di povertà e marginalità sociale. Per le scuole collocate in questi territori l’impatto è stato una forte concentrazione della popolazione scolastica straniera e a forte disagio sociale; questa concentrazione non riflette solo  quanto accade nel territorio ma in parte risente delle  scelte scolastiche delle famiglie che tendono in modo consistente a “fuggire” da scuole ad alta concentrazione . Non si tratta di una scelta ma di una vera e propria fuga, poiché i dati ci dicono che questi […]

  • 25 Mar 2018 0:00

    Educare alla gentilezza significa educare al dialogo rispettoso, all’accoglienza della diversità, proporre alternative all’egoismo e alla prevaricazione sull’altro, e favorire percorsi di soluzione nonviolenta ai contrasti e ai conflitti che avvengono nelle relazioni tra i singoli e tra i gruppi. Un gruppo informale di scuole di diverse regioni italiane, nato grazie ai social media, ha promosso l’adesione ad iniziative didattiche ed educative incentrate sul valore della gentilezza. L’iniziativa viene declinata a seconda dell’età degli studenti e chiama in causa le diverse componenti scolastiche attraverso gesti, eventi, simboli che consentano di esprimere la comune appartenenza alla comunità scolastica.Per una settimana, ma non […]

  • 25 Mar 2018 0:00

    L’intervento si focalizza sul Bilancio Partecipativo come strumento per attivare e coinvolgere le comunità scolastiche nella progettazione e gestione di iniziative condivise per il proprio istituto e, più in generale, per il territorio. Attraverso un gioco di ruolo e con il supporto di una piattaforma digitale sviluppata ad hoc per gestire percorsi di partecipazione, verrà simulato un processo di Bilancio Partecipativo (BP) all’interno di una scuola, con la finalità di far riflettere i partecipanti sulle dinamiche partecipative che questo strumento può attivare nelle comunità didattiche. Il gioco si basa su esperienze di BP reali combinate con elementi di gamification e ha […]

  • 25 Mar 2018 0:00

    Maria Montessori, Alberto Manzi, Danilo Dolci, don Lorenzo Milani, Mario Lodi, Gianni Rodari, le sorelle Agazzi, Gianfranco Zavalloni. Sono loro i maestri e le maestre della scuola italiana, coloro che hanno realizzato le fondamenta del nostro sistema d’istruzione. Ma cos’è rimasto del loro insegnamento? Nei nostri atenei si studiano i testi di questi uomini e di queste donne? La scuola di Barbiana non è replicale ma ciò che ci ha lasciato il priore non si può declinare nelle nostre aule? Possiamo ripartire dal timbro di Alberto Manzi “Fa quel che può quel che non può non fa” per ripensare al nostro […]

  • 25 Mar 2018 0:00

    Il consumatore è bombardato da messaggi pubblicitari: prodotti industriali reclamizzati come artigianali. Il marketing trasforma un prodotto con decine di additivi chimici in un alimento”naturale”. Quanto sappiamo realmente di quello che mangiamo? Imazil, glutammato monosodico, nitrato di sodio, edulcoranti artificiali, solfiti, sciroppo di glucosio, …. Siamo in grado di riconoscere un alimento ‘sano’ da uno che ci ‘avvelena’? Ci troviamo cibi ‘pericolosi’ anche nelle mense scolastiche? I  bambini cosa rischiano? Come difenderli e come difenderci? Ne parleremo con Anna Villarini biologa e specialista in Scienza dell’Alimentazione, ricercatrice presso il Dipartimento di Medicina Predittiva e per la Prevenzione della Fondazione IRCCS-Istituto Nazionale […]

  • 25 Mar 2018 0:00

    La scuola dell’infanzia rappresenta il primo fronte di confronto culturale per le molte famiglie straniere presenti a Milano, ma non è per nulla scontato che la scuola effettivamente diventi una comunità che accoglie e rende cittadini. Questo è il lavoro che in questi anni abbiamo portato avanti nella scuola di Montevelino (Municipio 4), una scuola di periferia ma anche capace di attrarre le famiglie italiane per la qualità dei progetti educativi proposti. Dai laboratori del thè ci siamo inoltrati nell’arte, nel teatro sociale apprendendo con i genitori nuovi e innovativi linguaggi culturali e artistici con i quali conoscerci e dare vita […]

  • 25 Mar 2018 0:00

    A cosa serve l’arte contemporanea? Perché studiarla? Nonostante l’arte sia spesso giudicata materia difficile e lontana dal nostro quotidiano, se non addirittura noiosa e superflua, può diventare uno straordinario strumento per educare a osservare, ragionare e sviluppare il pensiero creativo. Per imparare ad analizzare un problema da differenti angolazioni e trovarvi una soluzione da punti di vista alternativi,si può prendere spunto da alcuni dei concetti cardine dell’arte contemporanea: ciò avviene allontanandosi da un metodo prettamente didascalico e nozionistico, in favore di un approccio interattivo. Giocare con l’arte contemporanea e ispirarsi ai concetti che essa stessa suggerisce, favorisce la formazione di uno […]

  • 25 Mar 2018 0:00

    Gli studenti di oggi, nati in un’epoca sempre più digitalizzata, sono distanti anni luce dalla mentalità, dalla logica che ha guidato la formazione dei docenti attualmente in servizio. La loro è una cultura fatta di “immagini” in cui i messaggi (o i segni) sono difficilmente comprensibili se non si ha un approccio nuovo all’insegnamento. Messaggi (o segni) che giungono da un’offerta sterminata di possibilità, appunto, in cui non ci sono più proibizioni ma percorsi più o meno consapevoli. Pur essendo cresciuti immersi in questo nuovo “brodo culturale”, manca spesso nelle persone la conoscenza dei linguaggi che serve per non essere vittime […]